RIEDUCAZIONE UDITIVA CON TERAPIA AIT​ metodo BERARD

" Il comportamento dell'essere umano è in gran parte condizionato dal suo modo di sentire. In altri termini, esiste un parallelismo quasi costante tra la qualità reale della percezione del mondo sonoro esterno da una parte e il modo di essere, di agire, di reagire dall'altra" 

Guy Berard

"Udito uguale comportamento"

 

 

 

 

 

 

Anomalie uditive e problemi ad esse legati

Quando si parla di problemi legati all'udito, si è soliti riferirsi soltanto all'ipoudito ed alla sordità.

Il dott Guy Berard elenca una serie di anomalie legate alla qualità della percezione uditiva:

- lentezza uditiva,

- udito doloroso (algiacusia),

- mancanza di selettività,

- distorsioni uditive,

- rimanenze,

- acufeni.

Queste anomalie possono causare piccole o grandi difficoltà in adulti, ragazzi e bambini ed essere alla base di:

- disturbi del linguaggio,

- disturbi dell'apprendimento (tra cui la dislessia),

- disturbi dell'attenzione,

- iperattività,

- problematiche legate all'autismo e ai disturbi pervasivi dello sviluppo,

- disturbi del comportamento,

- disturbi dell'umore,

- disturbi dell'umore con tendenza al suicidio o all'autolesionismo.

Segnali in bambini e ragazzi

I seguenti segnali possono far pensare ad anomalie nella qualità della percezione uditiva in bambini e ragazzi:

- fastidio o accentuata distraibilità,

- chiudersi le orecchie con le mani in presenza di certi suoni o quando molte persone fanno chiasso, cantano o parlano,

- evitare di parlare con persone con la voce fastidiosa,

- non tenere il filo del discorso,

 continuare ad intervenire per mantenere l'attenzione,

- intromettersi continuamente o agitarsi ed allontanarsi quando due o piùpersone dialogano tra loro,

-porre più attenzione a singole parole che alla frase intera,

- riprodurre spesso alcuni rumori o suoni,

- volere spesso la musica accesa per concentrarsi o in auto,

- nel linguaggio o nella letto-scrittura scambiare lettere di suono simile, come t-d, p-b, f-v, l-r.

Il programma

Il programma di rieducazione uditiva  A:I:T:, che ha il punto di partenza nel timpano e rende dinamico tutto l'organo dell'udito fino all'area uditiva del cervello, può considerarsi analogo al lavoro di un fisioterapista su un muscolo o una articolazione.

La rieducazione raggiunge tutte le frequenze udibili e produce miglioramento della loro percezione.

Il programma consiste nell'ascolto di musiche varie e polifoniche, modulate e filtrate dall'apparecchio Eareducator. Le musiche vengono ascoltate per 20 sessioni, della durata di 30 minuti ciascuna: le sessioni si distribuiscono nel corso di 10 giorni consecutivi, due al giorno.

Il programma mira all'attenuazione o risoluzione delle anomalie nella percezione uditiva e, quindi, delle problematiche comportamentali ad esse legate.

Blu Cuffie
Bambino e cuffie